ASUS Eee PC 1001PX un netbook economico

asus_eee_pc_1001_px

Ho comprato questo netbook pochi mesi fa. Non mi è mai capitato di utilizzarlo tantissimo eccetto poco tempo fa in aereoporto e in aereo e si è dimostrato un fido compagno di viaggio.

Mini storia dei netbook

Il netbook è stato “reinventato” proprio da questa azienda che ha introdotto il termine “netbook” nei primi mesi del 2007 lanciò l’ASUS Eee PC. Questo pc non era altro che un notebook castrato e destinato ai mercati emergenti(africa etc…)
Aveva una cpu economica ed erano state eliminate le periferiche all’epoca indispensabili per es. il lettore cd.
Sempre risparmiare sui materiali disponeva di un hardisk a stato solido e di una tastiera più piccola, come sistema operativo montava Linux.
L’Asus ebbe molta fortuna in quanto il netbook rispondeva al personal computer ideale della maggior parte delle persone:
– piccolo
– leggero
– economico
– autonomia della batteria
Con l’avvento del web 2.0 e il boom di facebook il mercato dei netbook è diventato uno dei più floridi e solo ultimamente ha subito un rallentamento.
Se anche a voi usate il computer per leggere email, fare una visita su facebook ogni tanto e leggere qualche news potrebbe essere anche il vostro computer ideale.

Pochi anni fa non avrei mai comprato un netbook in quanto li trovo troppo poco potenti e versatili. Ultimamente i produttori hanno migliorato molto questi dispositivi e le batterie riescono a garantire una grande autonomia.
Alla fine ho ceduto e ho optato per comprarmi l’asus Eee PC 1001PX (l’asus è stata la prima azienda a creare questi prodotti e ha un bel pò di esperienza).
Questo netbook ha una risoluzione di 1024×600 su un display led da 10 pollici ed è equipaggiato di un processore Atom N450 (1.6ghz) e di una scheda video Intel GMA 3150.

Maggiori informazioni tecniche le trovate qui
Ci sono due versioni, una con Windows XP ed una con Windows 7 Starter, personalmente consiglio di comprare la versione con win7 in quanto con una differenza di prezzo minima (30-50 euro) offre un hd da 250gb invece di 160gb e la batteria a 6 celle invece che a 3 celle. Io ho speso 2 o 3 mesi fa 279 euro per la versione con win7.
Quella con winXp costava sui 239-249 euro.
280 euro è per me la cifra MASSIMA da spendere per un netbook anche perchè poi allora tanto vale prendersi un portatile con cui si possono fare più cose anche se molto più ingombrante e la batteria abbia meno autonomia.

La tastiera è di tipo standard non “ad isola”, tuttavia rimane ergonomica e piuttosto comoda. Al centro sotto la tastiera vi è il touchpad, la superficie dove si appoggiano i polsi è zigrinata e vi sono dei disegni geometrici che vanno a riprendere il design esterno che ricorda il guscio di una conchiglia (vedi foto), non a caso questa serie di netbook prende il nome di Seashell. Sembra abbastanza robusto, fortunatamente non mi è mai cascato per terra e non ci tengo a farlo per verificarne poi lo stato! 😀

asuseeepclogo

Pregi e difetti

Lo schermo è opaco non lucido (glossy) è ottimo perchè permette all’utente di utilizzare questo pc ovunque anche all’aperto senza fastidiosi riflessi.
La batteria a 6 celle mi ha permesso di utilizzarlo durante un volo aereo di 10 ore senza che si scaricasse del tutto (ogni tanto andava in stand-by e non avevo il wi-fi attivo però ci ho guardato anche un dvx non ho usato internet in wifi perchè su american airlines costava circa 13$ 🙁 ).

Questa autonomia è possibile anche per l’ottimizzazione estrema dei consumi sia lato software che lato hardware. Inizialmente dopo le prime cariche la batteria durava molto meno dopo le prime 5-6 cariche invece ha cominciato a durare di più… con il wifi attivo e giocando a warcraft3 (ebbene si i giochi vecchi funzionano quasi decentemente anche se a una risoluzione bassa) la batteria si esauriva più velocemente(4-5 ore).

Una cosa che mi ha lasciato perplesso è 1 solo gigabyte di ram che certamente per win7 è poco e sarebbe bene espanderlo almeno a 2 gigabyte. Con una cpu single core e con così poca ram si nota infatti lavorando con molti applicativi contemporaneamente si rallenta molto.

Quando lo si attacca alla rete elettrica il pc passa dalla modalità risparmio energetico a quella senza limiti di consumo e la cpu risulta leggermente più performante. Naturalmente come tutti i netbook non ha un lettore dvd(che consuma molta energia e occupa spazio) ormai inutili e rimpiazzati dalle penne usb.

Mi è capitato in un paio di occasioni che win7 si avviasse male in una specie di modalità provvisoria perchè diceva che il disco si era collegato male forse a causa di alcuni urti non saprei (????), ora questa cosa non l’ha più fatta. Se vi capita anche a voi è sufficiente riavviarlo.

Software provati e funzionanti
Gimp (lento)
Warcraft3 (medio)
Chrome (ottimo)
Server2Go (lento)

Conclusioni

Questo netbook è un ottimo compagno di viaggio e difficilmente vi ritroverete con la batteria scarica (se proprio lo userete moltissimo compratevi una batteria a 8 celle). Ideale per poter controllare la posta ovunque e usarlo come hard disk di appoggio per foto e filmati (ha un card-reader integrato). Ha anche un uscita video e lo si può collegare a un eventuale pannello esterno per vedere un dvx o qualsiasi altro contenuto multimediale.
Alcuni miei amici lo usano anche come client per programmi p2p come bit-torrent o emule risparmiando parecchi soldi in energia elettrica ed essendo molto silenzioso lo si può tenere acceso in camera.

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

9 thoughts on “ASUS Eee PC 1001PX un netbook economico

  1. roberto

    le prestazioni non saranno il massimo, ma soprattutto per chi viaggia (parlo per esperienza personale) è davvero molto comodo… puoi lavorare in viaggio così qunado arrivi a casa ti dedichi solo alla famiglia… E anche il prezzo va a suo favore!

  2. Igor Case Udine

    Ciao, ma se mi servisse come pc per casa per poterlo anche portare fuori quando esco secondo te è buono o è troppo scarso?

  3. evilripper

    secondo me e’ troppo scarso! 😀 nel senso che per quello che ci faccio io con il pc non andrebbe bene e il monitor e’ un po piccolino!
    comunque prima di tutto dipende da quello che ci devi fare con il computer poi ci sono altri fattori soggettivi!
    ciao

  4. Alessandro

    Fino a Giugno avevo un msi wind u100, andava benissimo per navigare ma ci lavoravo bene anche con Photoshop o Flash. L’unico difetto era la batteria che, anche se da 6 celle, durava max 3 ore e mezza, come il notebook che ho adesso. Ora sono tentato invece dall’Asus EEE 1005 PD, ho letto che l’autonomia è elevata mi piace molto come design e si trova nuovo a 230 euro su ebay.

  5. slimhunter

    Ti scrivo da un Acer Aspire One A110…se non sei soddisfatto delle prestazioni del tuo 1001PX e lo usi per la sola navigazione online e per vedere film\ascoltare musica, perchè non ci butti su una bella distro leggera e ready-to-use come Pinguy-OS? Niente fronzoli e tutta versatilità, ti assicuro che fai un salto di qualità non indifferente 😉
    Il mio netbook ha ripreso a respirare da quando ho installato Xubuntu, con Windows XP era un macinino!!

    1. evilripper Post author

      ci ho messo joli os e adesso va molto più veloce! 🙂 solo che consuma più energia e la batteria dura di meno, forse dovrei impostare meglio i settaggi energetici. 🙂

Comments are closed.