Come misurare il consumo elettrico di un pc

Il consumo energetico dei pc influisce sull’inquinamento senza contare che lasciare il pc sempre acceso 24h/24h in un anno potrebbe costarti 600 euro di energia elettrica. Facciamo un esempio: in italia un KWh costa tra i 0.18 euro e i 0.40 euro per i contratti domestici, se il pc consuma 300W, tenendolo acceso per 24h consuma: 300*24=7200 Wh che corrispondono a 7.2 KWh, poniamo che il costo si aggiri sui 0.25 euro/KWh avremmo una spesa giornaliera pari 1,8 euro che in un anno si trasformano in 657 euro. Scordatevi anche di minare i bitcoin in italia in quanto sconveniente per via dei prezzi elevati dell’energia.

In verità i pc più moderni in standby consumano meno e anche accesi il loro consumo non è mai quello massimo dell’alimentatore, tuttavia è dovere di tutti seguire questa regola, almeno finchè si ricorre ad energie sporche: quando una cosa non la si usa va spenta. Vediamo ora come misurare il consumo elettrico di un pc:
La prima soluzione è online ed è uno strumento virtuale ideato per calcolare quanto deve essere potente l’alimentatore del vostro pc, il servizio è offerto da thermaltake: Power Supply Calculator
Un altro software per misurare il consumo energetico di un pc potrebbe essere joulemeter (solo per windows) se ne volete sapere di più basta leggersi l’articolo: quanti watt consuma il pc da sparkblog.
La terza soluzione è quella empirica, in parole povere si tratta di comprare un misuratore elettrico vero e proprio dove agganciare lo spinotto della ciabatta dove sono collegati il monitor e il pc apparecchi come questi permettono anche di calcolare i consumi anche degli elettrodomestici della casa purtroppo il primo non va bene per le nostre prese elettriche non ho trovato misuratori simili in italia e ho inserito il link solamente a scopo dimostrativo: http://cableorganizer.com/electricity-power-meter
Finalmente ho trovato un misuratore pure in italia a prezzo non troppo elevato: calcolatore di consumo elettrico

Se fai uso di peer to peer o lasci sempre il pc acceso ti conviene ricorrere a soluzioni hardware che consumino meno energia possibile per il tuo portafogli e per l’ambiente.

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!