Emule Anonimo? Semplice con Relakks!

privacyLe motivazioni

Visto l’andazzo generale,la nostra privacy su internet si va assottigliando sempre piu’! Basti pensare che tutto cio’ che facciamo su internet viene tracciato sui server dei nostri provider e mantenuto per piu’ di un anno e che il nostro ip e’ facilmente recuperabile da tutti quanti, soprattutto quando si accede a reti p2p, a irc etc. Tutto questo non mi ha mai fatto preoccupare piu’ di tanto in quanto mi fidavo del mio paese 🙂 , delle leggi sulla privacy e dei provider che mai piu’ pensavo potessero dare i nominativi in maniera cosi’ agevole!

La nostra privacy violata!

Ultimamente in Italia (come era successo prima in altri paesi europei) stanno avvenendo fatti strani… alcuni studi legali hanno inviato migliaia di lettere in cui si richiedono alcune centinaia di euro per il fatto di aver condiviso e diffuso materiale protetto da copyright con tanto di nome e cognome del proprietario, hash dei files, ip e timestamp. Ecco quello che non doveva a mio avviso succedere e’ successo: hanno usato un software ideato dalla logistep che per un paio dlogistepi anni ha tracciato il nostro ip e quello che scaricavamo/uploadavamo dai client p2p. Una volta raccolto un numero consistente di dati si sono fatti dare i nominativi e indirizzi di residenza dai nostri fantastici provider (hanno fatto un solo ricorso!!) e poi hanno inviato raccomandate minatorie in cui si intimava il pagamento immediato o si rischiava di andare in causa con una casa discografica!Alla fine forse questa storia si concludera’ con un nulla di fatto , se non per quelli che si sono spaventati e hanno pagato ammettendo di essere colpevoli, tuttavia questo e’ solo l’inizio e le grandi major in europa ancora non si sono sporcate le mani(non lo fanno perche’ poi hanno paura di subire un boicottaggio sulle vendite da parte dei clienti), ma prima o poi lo faranno ora stanno solamente tastando il terreno.

Possibili soluzioni

emuleAttualmente non e’ possibile rimanere anonimi ne’ con emule, ne’ con bittorrent e altri programmi p2p. Tempo fa era partito un progetto (p3p) per avvicinare gli utenti del mulo alla rete di ants, ma purtroppo e’ fermo per via di alcune incompatibilita’. Altre soluzioni gratuite esistono, ma non hanno nulla da spartire con emule o con i client bittorrent in quanto sono estramemente lenti e il materiale presente ancora non e’ tanto(e mai lo sara’ visto che la situazione e’ cosi’ da anni!).Magari piu’ avanti parlero’ anche di queste alternative,ma non in questo post!. La soluzione piu’ semplice pare essere quella di abbonarsi a relakks per poter accedere alla sua darknet occorre pero’ pagare 5€ al mese!Relakks e’ una rete vpn criptata che permette di mascherare il proprio ip e risultare totalmente anonimi… naturalmente non si possono fare porcate!:) Relakks provvedera’ a proteggere i vostri dati molto gelosamente e li cedera’ (alla polizia) solo per reati che prevedono oltre 2 anni di carcere(lo scambio di materiale protetto da copyright non e’ legalerelakks manco la’ pero’ fortunatamente il diritto alla privacy e’ piu’ forte).Relakks inoltre consentira’ di rimanere anonimi anche durante la navigazione e qualsiasi altra cosa si faccia nella grande rete.Alcuni dicono che si tratti di una mossa commerciale, ma io credo che il prezzo non sia molto elevato e sembra che abbia anche delle prestazioni piuttosto buone e comunque per sostenere un simile progetto occorrono soldi. Quindi non vedo perche’ non dovremmo relakksarci! 🙂

Links

Relakks Home Page

Guida a Relakks

Fonti

http://www.p2pforum.it/forum/forumdisplay.php?f=193

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2035121

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2021994

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!