Google +1 sfida il mi piace di facebook


Inizialmente non volevo scrivere ancora nulla sul nuovo bottone google +1, perchè troppo embrionale, ma alla fine ho ceduto. 🙂 Google ha pensato di implementare un nuovo pulsante direttamente sulla serp che a questo punto sarebbe meglio chiamare sserp (social search engine results page). Ormai i siti web sono invasi dai bottoni social alcuni servono per condividere altri permettono all’utente di “votare” il contenuto. Non si capisce bene se il fatto di avere molte condivisioni o consensi abbia una rilevanza sulla seo, ufficialmente google non prende in considerazione nessuna di queste innovazioni e in teoria non dovrebbero influire in alcun modo sul posizionamento.
Vi riporto la definizione di google +1 su googleitalia:

[…] di recente abbiamo iniziato a inserire nei risultati di ricerca di Google ancora più informazioni, provenienti da persone appartenenti alla vostra cerchia web, amici e conoscenti e i contenuti che hanno condiviso su Twitter, Flickr e altri siti web[…]
Oggi facciamo un ulteriore passo avanti, offrendovi la possibilità di condividere i vostri contenuti preferiti con il mondo, proprio nei risultati di ricerca di Google.Si chiama +1 l’abbreviazione digitale che sta per “te lo consiglio”. Per suggerire qualcosa, tutto quello che dovete fare è cliccare sul tasto +1 su una pagina web o su un annuncio pubblicitario che ritenete utile. Questi +1 inizieranno ad apparire nei risultati di ricerca su google.com, come potete vedere in queste immagini.

Facebook totalmente assente

Come mi ha fatto notare l’articolo del tagliaerbe non vi è menzione del termine facebook. Il fatto che scrivano “te lo consiglio” ricorda molto il raccomanda di facebook che non è altro che il like button. Ovviamente è una cosa diversa dal like come dice Paolo Ratto il like di facebook è molto più potente perchè è ridondante. Quando si preme il “Mi piace” l’informazione rimbalza sulla vostra bacheca di facebook, invece il +1 di google dovrebbe servire a ottimizzare il risultato delle ricerche attaverso la rete sociale. Siccome BUZZ è stato un progetto quasi fallimentare e non avendo google una rete sociale solida come quella di facebook o twitter, BigG usa quello che gli rimane: la SERP e se a un vostro amico/conoscente gli piace qualcosa questa cosa sarà messa in evidenza con ulteriore indebolimento della privacy e con conseguenti situazioni paradossali: per esempio vi potreste trovare i familiari che raccomandano youporn. Se l’era dei motori di ricerca è in fase decadente questo di certo non gli farà bene! 😀

Usiamo questo ennesimo bottone sul nostro blog

E invece NO! 🙂 Non è attualmente possibile implementare +1 da nessuna parte ma è possibile usarlo unicamente da google.com come è spiegato molto bene in questo articolo di Fabio Lalli e al massimo si può far richiesta a google da questo form, ovviamente a me ancora non hanno risposto.
Attualmente il funzionamento del +1 è qualcosa di inusabile e senza senso.Essendo fase embrionale forse ci sono stati problemi a livello di sicurezza e non c’è modo di integrarlo nelle proprie pagine.Qualcuno è riuscito a provare il bottone ma era senza alcune funzionalità e ora è rimasto solo uno screenshot. Quindi il bottone più uno attualmente è visibile solo dal risultato della ricerca e l’utente che vorrebbe cliccarlo dovrebbe prima leggere l’articolo, poi premere indietro e finalmente cliccarlo. Nonostante tutto penso che metterò il pulsante più uno di google nel blog, ovviamente appena sarà utilizzabile il codice per inserirlo ( sperando sempre che sia privo di problemi di sicurezza come era successo al bottone di google buzz all’inizio)! 😀

Google +1, AdWords

Il pulsante di google non andrà solo di fianco al link presente sul risultato ma anche negli adds pubblicitari in questo modo si favorirà il passaparola anche sui prodotti acquistati online.Sul blog di adwords vi è un articolo in cui si afferma che il bottone +1 (un semplice click) non solo interagirà sugli utenti loggati proponendo loro quello che piace agli altri(in questo modo si favoriranno anche gli accessi verso gli inserzionisti.), ma servirà anche per il calcolo del ranking nella pagina dei risultati di ricerca organici.
Quoto direttamente dal blog di adwords-it.blogspot.com

Prevediamo che le annotazioni personalizzate aiutino gli utenti a individuare gli annunci e i risultati di ricerca organici pertinenti, aumentando in tal modo le possibilità di una visita al sito di un inserzionista. Non è necessario apportare modifiche alla strategia pubblicitaria per adattarla al pulsante +1, né verrà modificato il calcolo del punteggio di qualità, sebbene l’uso di questo pulsante sia uno dei tanti fattori utili per il calcolo del ranking nella pagina dei risultati di ricerca organici. Il pulsante +1 può essere considerato un perfezionamento che contribuisce a migliorare il rendimento delle campagne nella rete di ricerca che già registrano un buon rendimento.

Altre interessanti considerazioni su google +1

Google +1 Social Search Experience Vista dalle Imprese
E se con il pulsante +1 Google riuscisse a superare Facebook?

Il video ufficiale su youtube

La pagina ufficiale su google

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

4 thoughts on “Google +1 sfida il mi piace di facebook

  1. salvatore

    E’ un aspetto interessantissimo, poi personalmente credo che lo scopo finale di Google sia la profilazione dei suoi utenti a scopo di marketing. Certo è che se le SERP saranno condizionate dai social cambia davvero tutto…

    1. evilripper Post author

      già cambierà tutto pesantemente…
      ps
      scusa se non è apparso subito il tuo commento ma ho avuto dei seri problemi di spam e avevo bloccato tutto. Può essere che siano andati persi anche dei commenti degli utenti. Si erano impallati i server di askimet e sono stato inondato da migliaia di commenti di spam e ho eliminato tutto quanto! 🙁
      ciao

  2. Pingback: Come inserire il bottone google + 1 nel blog | Evilripper Blog

Comments are closed.