Il tablet Noteslate è una bufala?

NoteSlate
Di noteslate non vi è alcun prototipo funzionante,nessun video, nessuna prova che esista.Noteslate è un solo idea, tuttavia sembra che abbia riscosso molto successo sia sui socialnetwork sia nella blogsfera. Alcune settimane fa è apparso il mockup su NoteSlate.com e sono iniziate a circolare centinaia di notizie in tutto il mondo e pare che questo tablet da 99$ (70€) arriverà questa estate. Sinceramente sono molto scettico tuttavia piacerebbe anche a me averne uno! 😀

Che cosa offre questo tablet?

Ben 13 pollici (più grande di un iPad!) di display touch, lettore MP3 integrato, un modulo WiFi, una porta mini-USB e SD
Slot per scheda. La batteria di questo ipotetico dispositivo sarà di circa 250 g e durerà fino a 180 ore, senza contare che ci sarà un modulo per ricaricarlo con l’energia solare.

Un idea vecchia come la carta e la penna

Il noteslate dovrebbe essere una lavagnetta digitale che imita la semplicità della penna e la carta.L’homepage di NoteSlate si apriva con una domanda scritta a lettere maiuscole sul disegno della tavoletta: “Ciao! Ti piace questa foto?” La risposta, a quanto pare è stata un clamoroso “sì”L’azienda, che promette di consegnare il dispositivo in giugno, ha 4.600 seguaci su Twitter. Più di 50.000 fan sulla sua pagina di Facebook.

Tutti vogliono il noteslate, ma esiste?

Sulla pagina fan di Noteslate su Facebook, i fan sono entusiasti, molte adesioni provengono dai paesi più poveri: Egitto, Brasile e Vietnam.Tuttavia ormai si sta formando un discreto scetticismo un utente tedesco di Facebook ha postato una foto sul profilo di NoteSlate con la didascalia che recita una frase di X-Files “I Wanna Believe”. Tutti vogliono sapere se il NoteSlate è una bufala (per es. MeatWater, Hotelicopter). CNNMoney rintracciato l’uomo dietro al progetto: Martin Hasek, 28, un prodotto ceco e designer di mobili. Ha rifiutato di nome specifici investitori e fornitori per il progetto. Alla domanda sul perché si è lanciato NoteSlate.com senza avere nessun prototipo o un video, ha risposto per posta elettronica: “Noi abbiamo lanciato NoteSlate per un solo motivo, non eravamo sicuri se NoteSlate avrebbe potuto avere successo sul mercato, a causa del suo concetto totalmente diverso da quello dei concorrenti. Quello che abbiamo ottenuto ora è quello di cui abbiamo bisogno per andare avanti e che renderanno questo concept di tavoletta reale, cambiando il mondo”. Che cosa ha ottenuto Martin Hasek? Un sacco di attenzione, il NoteSlate è un es. di buzzware: un concetto tech mascherato da idea a tutti gli effetti, perché ha bisogno dell’entusiasmo dei consumatori perchè qualcuno possa sostenere e finanziare il suo sviluppo. Grazie a Internet, è facile mostrare un’idea incompiuta mondo, creando grandissimi rumors, se l’operazione ha un esito positivo il buzzware potrebbe attrarre capitali e talenti. Insomma senza troppe conoscenze di programmazione o tantissimi di soldi, basta avere un’idea, saperne un pò di marketing e un nome di dominio.
NoteSlate ha attirato l’interesse di Jablotron, un azienda ceca produttrice di elettronica che si concentra principalmente sulla sicurezza e sistemi di automazione domestica. Dalibor Dedek della Jablotron ha dichiarato che NoteSlate sta usando la loro consulenza e assistenza e ha aggiunto:”Penso che, se non perdono la loro unità, vi sono possibilità che il prodotto uscirà sul mercato.” In pratica NoteSlate diventerà più di una idea solamente grazie all’interesse dei consumatori. L’entusiasmo è un motivatore potente.Il Buzzware, dopo tutto, si basa su un semplice adagio: Se si forma molta attenzione e non cali nel tempo, sarà realizzato.

Fonte

http://money.cnn.com

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

One thought on “Il tablet Noteslate è una bufala?

  1. Pingback: www.diggitalia.com

Comments are closed.