La tassa Siae sui trailer

L’ultima mossa della siae ha generato non poco scalpore tra tutti coloro che nel web ci lavorano, perchè hanno previsto di incassare denaro da tutti quelli che pubblicano un video che contiene musica. Una sorta di supertassa da 1800 euro all’anno per poter inserire video su uno spazio web commerciale. Cosa si intende per commerciale? si intende un sito web o blog che incassa qualche spicciolo attraverso le pubblicità. Forse non lo sanno che la maggior parte dei blogger incassa pochi spiccioli al mese e che di certo la cifra da pagare è qualcosa di spropositato.

Inizialmente si è pensato che la siae non sappia bene quello che stia facendo, tuttavia le risposte che ha dato oggi a punto informatico non migliorano questa situazione, ma paradossalmente la peggiorano. In pratica la siae vuole farsi pagare senza e senza ma. Qui di seguito uno stralcio delle risposte della siae:

…se acquisto un CD, nel prezzo è considerata anche la quota per diritto d’autore; ma questo non consente di utilizzare lo stesso CD trasmettendolo attraverso una radio oppure in discoteca. Idem per un DVD, i cui diritti sono corrisposti per la visione domestica. Ogni utilizzo è distinto e indipendente dal precedente.
Nel caso della musica nei trailer è la stessa cosa: la musica inserita nel video (sia esso promozionale o di altra natura) è utilizzata da un sito web, e sono quindi gli utilizzatori (cioè i titolari del sito) a dover corrispondere i diritti…

Trovate l’intervista completa sull’articolo di PI: Stefania Ercolani, direttore dell’Ufficio Multimedialità della SIAE, torna a parlare con PI circa le licenze richieste ai siti per la musica dei trailer
Chissà se sa che le tasse si pagano anche sui cd vergini. O_o
Inoltre si chiarisce che anche le pagine facebook a scopo di lucro che pubblicano video con musica dovranno pagare (come faranno a guadagnare con facebook lo sanno solo loro). C’è stata una protesta nella blogsfera per manifestare contro queste decisioni. Un gesto abbastanza estremo è stato quello di leganerd che aveva tolto tutti i video, tuttavia è stata un pò debole la risposta da parte di tutti e oggi è stata sospesa riporto uno stralcio di quanto hanno scritto oggi
http://leganerd.com/2011/11/10/la-siae-risponde-a-punto-informatico-sulla-questione-trailer-e-video/:

E’ evidente che la nostra protesta serve a ben poco. Non mi aspettavo certo di cambiare nulla con Lega Nerd, ma mi aspettavo, questo si, un sollevamento generale da parte della rete, cosa che non è avvenuta.
La SIAE conta proprio su questo: se ne parlerà per un altro po’ e poi tutto finirà nel dimenticatoio.
Un messaggio a tutti i blogger la fuori: se tra un mese, o tra un anno, o tra dieci anni, avrete fatto crescere il vostro blog sufficientemente da essere notato dalla SIAE e vi arriverà quindi una bella ingiunzione di pagamento… un pochino ve lo siete meritato.
Dal canto nostro abbiamo cercato attraverso un atto eclatante di far risaltare la notizia il più possibile e di farla quindi girare attraverso Twitter, su facebook e Google+ in modo che arrivasse sotto gli occhi di più persone possibili. Di più non potevamo fare.
Lega Nerd torna da oggi a mostrare i video normalmente. Vedremo cos’altro ci riserverà la SIAE e tutti i suoi cugini statali esperti di internet.

Stasera ho deciso anche io di scrivere anche io su questo argomento. Se avete un blog o un sito, su Twitter #nosiae, sulla pagina di Facebook Non canto sotto la doccia e non fischio per strada per paura della SIAE o qualsiasi cosa diffondete questa notizia, una cosa è certa non dovrete pagare per diffonderla :-)
La siae invece di premiare gli autori rischia di danneggiarli in quanto per i trailer dei film che in questo modo non potranno più essere diffusi via internet che era una sorta di pubblicità gratis per il cinema. Ma la stessa cosa vale anche per gli artisti emergenti. Molto interessante l’articolo di paolo attivissimo che fa questa simpatica proposta

Ma sarebbe un compromesso all’italiana, valido solo come goliardata temporanea. È molto più dignitosa ed efficace la serrata fatta dai siti: obbliga i produttori a scontare le conseguenze delle loro pretese medievali.

Leggi l’articolo completo: C’è la cretinaggine. C’è la demenza. C’è l’idiozia. Poi c’è la SIAE: 1800 euro per pubblicare nei siti gli spot dei film

Ma un’ente come la siae a noi già quanto ci costa?

Molti non sanno che quando si acquista un oggetto si paga una tassa per la siae per via dell’equo compenso (purtroppo è presente anche in altri paesi europei) ed ecco qui una lista di quando a vostra insaputa versate soldi alla siae, se conoscete qualche altra tassa scrivetela pure nei commenti altrimenti imparatevi questa sequenza come se fosse un mantra:

Quando compri un cellulare con la memoria paghi la siae
Quando compri un hard disk paghi la siae
Quando compri un videogioco paghi la siae
Quando compri una macchina fotografica digitale paghi la siae
Quando compri un pc paghi la siae
Quando compri un cd o bd o un dvd vergini paghi la siae
Quando compri un dvd o un blueray con un film paghi la siae
Quando vai al cinema paghi la siae
Quando vai a un concerto paghi la siae

Siamo arrivati al punto che se facciamo l’embed di un contenuto multimediale, per esempio includiamo in un articolo un trailer di un film dovremo pagare ancora la siae. Questo va a toccare anche le pagine su facebook Business, blog con banner pubblicitari etc… Se ancora non lo avete visto vi consiglio di guardare la puntata di report sulla siae che anche se vecchia rende bene l’idea di cosa sia la siae.
Ah proposito per sembra che per la siae se qualcuno pubblica un link a un video lo possa fare tranquillamente, che differenza ci sarà boh! :-O

Alcune Reazioni alla tassa sui trailer

Tassa siae sui trailer il no dei distributori

trailer sul web la siae rivendica i diritti

Tassa sui trailer scandalo siae

Pubblicare o embeddare trailer sul web la siae vuole una tassa si infiamma lo scandalo dei trailer a pagamento

Pubblicare o embeddare trailer sul web la siae vuole una tassa si infiamma lo scandalo dei trailer a pagamento

Siae trailer cinematografici riflessioni

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

One thought on “La tassa Siae sui trailer

  1. Pingback: Frattanto nella blogosfera #43 « Ok, panico

Comments are closed.