Tutorial tilt shift photoshop

Per un tilt and shift perfetto sarebbe meglio usare un obiettivo apposito, tuttavia è possibile riprodurlo tramite software, naturalmente è possibile realizzare l’effetto tilt shift anche con Gimp o ultimamente anche direttamente via web con risultati quasi uguali a quelli di photoshop.
Negli ultimi anni va di moda applicare l’effetto tilt shift sulle foto facendo sembrare i soggetti dell’immagine delle miniature. Non tutte le foto vanno bene le migliori sono quelle dall’alto verso il basso, per il resto dovrete sperimentare voi.

Vi riporto quanto scritto su wikipedia sugli obiettivi decentrabili

Alcuni software di fotoritocco (come Photoshop) impiegano particolari funzioni per la correzione della prospettiva in post produzione. Ciononostante questa tecnica non permette il recupero della risoluzione perduta nelle diverse aree lontane del soggetto o il recupero della profondità di campo perduta dello stesso a causa dell’angolo piatto della pellicola/sensore. Le aree dell’immagine che vengono ampliate con queste tecniche digitali potrebbero soffrire di effetti visuali d’interpolazione di pixel; questo dipende principalmente dalla risoluzione originale, dal grado di manipolazione, dalla dimensione della stampa o della visualizzazione sul monitor e dalla distanza visiva.
Le varie operazioni di post produzione non possono creare lo stesso identico effetto di decentramento che si ottiene usando un obiettivo tilt/shift.

Se non disponete di photoshop, vi basterà dare un occhiata in giro e potreste trovare la risposta in questo articolo come simulare un effetto miniatura tilt shift con gimp (in inglese).
Altrimenti se siete proprio pigri vi consiglio di provare il generatore di tilt shift che non ha niente da invidiare agli altri software, l’unico difetto è che sopra una certa risoluzione è a pagamento.

La foto iniziale del tutorial è questa è stata realizzata dal gentilissimo Epsos che mi ha concesso di usarla per questo tutorial. 🙂

Driving Cars in a Traffic Jam

Gli step da seguire in photoshop sono i seguenti una volta aperta la foto in photoshop (in inglese possibilmente) dovete:

  • Premere Quick Mask Mode premendo Q, o selezionare l’icona quick mask in fondo a destra nella palette tool
    edit-quick-mask-mode
  • Selezionare il Gradient Tool premendo G sulla tastiera oppure selezionandolo dalla tastiera. Impostate il Reflected Gradient (la quarta icona da sinistra).
    gradient tool
  • Tracciare una riga verticale (con lo strumento gradiente impostato dal nero al bianco dovrebbe essere uguale) al centro della foto, magari se non riuscite subito fate Ctrl+Z e la rifate in modo tale (a seconda della foto che avete scelto) di lasciare l’alone rosso in basso a tre quarti della foto (quella sezione sarà l’unica messa a fuoco)
    red alone quick mask gradient
  • Premete ancora Q o cliccate sempre sull’icona quick mask e vedrete comparire la selezione nella parte sopra e sotto della foto.
  • Selezionare da Filter/Blur/Lens Blur e applicare il filtro così come è preimpostato magari variate a piacere qualche parametro se per caso non vi piace come avete selezionate il fuoco tornate al punto 3.
  • Per dare aumentare l’effetto miniatura dovremo aumentare la saturazione dei colori. Prima dovete rimuovere la selezione premendo ctrl+d o cliccando in un punto con il mouse. Poi andare nel menù Image/Adjustments/Hue/Saturation (oppure premere CTRL-U) e impostare un valore di saturazione del +40/+50(lo slide centrale).
    Se volete miniaturizzarla ulteriormente potreste provare ad aumentare il contrasto tramite lo strumento Curves sempre dal menu Image > Adjustments > Curves oppure premendo Ctrl+M

A questo punto dovreste essere riusciti a realizzare il vostro primo tilt shift simulato via software e dovreste ritrovarvi un’immagine simile a questa:
effetto tilt shift

Se non avete capito nulla potreste guardavi il video tutorial su come realizzare un effetto Tilt-Shift dove ci sono tutti i passaggi qui descritti.

Volendo lo si può usare in situazioni diverse da quelle descritte ottenendo delle foto particolari come ad esempio questa:
micromachines

Link correlati al tilt shift via software
tutorial tiltshift photoshop
tilt shift fakes pool gruppo su Flickr
Soundtrack video youtube – Still Smokin

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!