Capitan Harlock il pirata contro la pirateria

Il nuovo film Capitan Harlock tratto manga di Leiji Matsumoto sta per uscire nelle sale italiane. C’è grande attesa per questo film e con grande sorpresa poco tempo fa ho visto al cinema uno spot contro la pirateria audiovisiva il cui protagonista era proprio lui Capitan Harlock il pirata contro la pirateria.

capitain-harlock-3d-film

Io sono capitan Harlock. Sono un eroe, e lotto per la libertà! Sono un pirata è vero, ma ho un codice d’onore, e combatto quei pirati che vogliono toglierci la bellezza, i sogni e le emozioni che solo il cinema può dare!
Unitevi a me nella lotta contro la pirateria perchè se muore il cinema muore tutto questo.

Sono queste le parole messe in bocca dalla fapav a Capitan Harlock diventato il testimonial di una nuova campagna antipirateria.L’idea di usare un pirata per combattere la pirateria inizialmente è partita dal Giappone e poi in italia si è trasformata in uno spot creato dalla Lucky Red in collaborazione con la FAPAV. Il video è trasmesso nelle sale cinematografiche ed è possibile vederlo direttamente da youtube:

Questa decisione secondo me potrebbe generare un effetto nefasto proprio sul film stesso e la campagna è secondo me un pò patetica. Non credo ci sia molta Non c’è libertà nel fare multe da milioni di euro a una massaia che si è guardata un film in streaming o peggio arrestare un ragazzino per aver scaricato o condiviso qualche mp3 o film in divx. Questo è quello che facevano la fapav, la siae e enti simili fino a che non si sono accorti che era controproducente. Queste persone forse non avevano i soldi per potersi permettere di comprarlo e non avrebbero mai comprato nulla. Il prezzo intero per un biglietto del cinema è di € 8.30 per le visioni normale e di € 10,50 per la versione 3D se non è pirateria anche questa! 🙂 Con questo non voglio dire che la pirateria è un bene ma che va combattuta con altri mezzi e gli utenti dovrebbero favorire quei servizi che costano poco e che risultano estremamente comodi. Negli ultimi anni sono nati nuovi servizi economici come google play o spotify che permettono la fruizione dei contenuti musicali. Spero che nascano sistemi analoghi per i film (attualmente c’è netflix in usa in italia c’è qualcosa di simile creato da telecomitalia ). L’unico sistema per combattere la pirateria è abbassare i prezzi e diffondere i contenuti in modo semplice, se riusciranno a progettare un servizio più comodo del peer to peer ed economico allora lentamente la pirateria morirà. Ci guadagneranno gli utenti, gli autori, i distributori di contenuti, le case discografiche e forse anche gli enti parassiti come la fapav e la siae etc.

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

One thought on “Capitan Harlock il pirata contro la pirateria

  1. Pingback: Capitan Harlock il pirata contro la pirateria |...

Comments are closed.