Non facciamoci cancellare

Diretta streaming della Notte della rete dalle 17.30 alle 21

la diretta è finita spero che qualcuno metta tutto quanto da qualche parte tipo su vimeo.

Ho trovato il video della notte della rete



Video streaming by Ustream

Oggi vi riporto questo post preso pari pari dal blog metilparaben.Questo articolo è un invito rivolto a tutti i blogger di diffondere questa notizia e spiega anche molto bene i passaggi da fare per impedire o almeno dimostrare che non si è d’accordo sull’ennesimo tentativo di realizzare leggi bavaglio che con la scusa della pirateria si trasformano in censura. Se volete postare questa notizia anche voi sul vostro sito potete farlo ricordandovi mettere il link di metilparaben.


la notte della rete

Il 6 luglio l’AgCom voterà una delibera con cui si arrogherà il potere di oscurare siti internet stranieri e di rimuovere contenuti da quelli italiani, in modo arbitrario e senza il vaglio del giudice. Siccome, con ogni evidenza, si tratta di una misura degna dei peggiori regimi, sarebbe il caso di rimboccarsi le maniche per evitare che venga approvata.
Cosa puoi fare:

  • se sei un blogger scrivi un post, usando il logo che vedi qua sopra e riportando tutti i link, e diffondilo più che puoi tra quelli che conosci;
  • vai alla pagina di Agorà Digitale in cui sono raccolti tutti i link, le iniziative e le proposte dei cittadini;
  • firma e diffondi la petizione sul sito di Avaaz;
  • partecipa e invita tutti i tuoi amici a “La notte della rete“: 4 ore no-stop in cui si alterneranno cittadini e associazioni in difesa del web, politici, giornalisti, cantanti, esperti.

Mi sa che è ora di darsi da fare: altrimenti tra poco rischiamo di essere cancellati. A me la prospettiva non piace per niente.
E a voi?


Vi riporto anche le riflessioni libere da ogni elemento politico (la politica strumentalizza sempre tutto) di Paolo Attivissimo nell’articolo Muore il Web italiano? Esagerati. Ma è ora di imparare a usare davvero Internet in cui viene spiegato che sarebbe necessario che chi usa internet dovrebbe darsi una una svegliata e che secondo lui è molto improbabile che il web venga imbavagliato da leggi stupide:

Sapete bene che quando si tira in ballo la politica italiana mi vengono i conati di repulsione, per cui la faccio breve, come si addice alle incursioni nei postriboli dei bassifondi.

Parliamoci chiaro: questo dell’Agcom, come ogni altro tentativo di imbavagliare la Rete, è destinato a fallire per motivi assolutamente fisiologici. Non ci riescono i cinesi, figuriamoci se ci riusciranno le sciacquette dei burocrati italiani. Buttarla in politica e accusare una sola fazione di essere colpevole d’ogni nefandezza non fa altro che distrarre da questo concetto fondamentale e svilire la questione. Come il DDOS contro Agcom, non fa altro che regalare comode munizioni a chi vuole trasformare in rissa una questione seria e a chi brama di accusare di apologia della pirateria gli onesti che vogliono difendere non solo il diritto d’autore ma anche quello del fruitore.

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

2 thoughts on “Non facciamoci cancellare

  1. Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

Comments are closed.