Lubit 5

Solo pochi mesi fa avevo scritto un articolo su Lubit 4 e ora a tempo di record è uscita una nuova major release la 5. Questa distribuzione linux sta crescendo molto bene e ha migliorato di molto la sua semplicità d’uso rimanendo nello stesso tempo molto leggera e adatta quindi ad essere installata anche su pc non molto potenti. Se vuoi provare a installare lubit linux puoi trovare i link per scaricarla direttamente nel sito ufficiale di lubit 5.

lubit-5

Ho effettuato alcuni test installando Lubit 5 x64 su virtual box. I sistemi virtuali solitamente soffrono di una certa lentezza, Lubit invece è riuscita ad essere estremamente reattiva lo stesso. L’installazione è semplicissima e veloce e non ho riscontrato nessun tipo problema come nella versione precedente del resto. Non appena si accede al desktop si viene accolti da un immagine di sfondo verde con al centro un cubo nero con scritto: JEAN… Se volete scoprire chi sia questo misterioso Jean potrete scoprirlo leggendo l’articolo ufficiale sul sito lubit project 😀

Questa versione di lubit linux secondo me è la più riuscita in quanto il pannello di controllo semplifica di molto la vita all’utente e il software center permette di installare programmi tramite interfaccia grafica. Il lubit-menu insieme alla docky wbar rendono questo os estremamente intuitivo ed è a prova di utente microsoft. Ho apprezzato anche il sistema di spegnimento che trovo ottimo. I tempi di Lubit Linux per spegnersi e avviarsi sono impressionanti, ok sul mio pc è presente un ssd però utilizza solo una parte della ram e del processore essendo in una macchina virtuale.

Esperienze d’uso

Senza git io sono praticamente perso perché il pc principalmente io lo uso per tre motivi:
1 programmare
2 cazzeggiare
3 giocare

Quindi una delle prime cose che ho fatto è stata quella di tentare di installarlo con il seguente comando ottenendo aimè un messaggio di errore (probabilmente dopo che avevo installato le Guest Additions qualcosa è andato storto a causa di virtual box):

evilripper @ matrix-box 23:14 » ~ $ sudo apt-get install git
[sudo] password for evilripper:         
E: Impossibile impostare il blocco /var/lib/dpkg/lock - open (11: Risorsa temporaneamente non disponibile)
E: Impossibile acquisire il blocco sulla directory di amministrazione (/var/lib/dpkg/). Un altro processo potrebbe tenerla occupata.

Non essendoci altri processi ho provato a risolvere il problema manualmente (questa procedura va fatta solo in casi di emergenza e se non c’è nessun processo che blocca dpkg)

rimuovere il lock

sudo rm /var/lib/dpkg/lock

ripristinare eventuali errori se per caso è stato interrotto dpkg

sudo dpkg --configure -a

fixare pacchetti di installazione corrotti

sudo apt-get -f install

Riprovo a installare nuovamente git e ancora non va! 😐

evilripper @ matrix-box 23:16 » ~ $ sudo apt-get install git
Lettura elenco dei pacchetti... Fatto
Generazione albero delle dipendenze       
Lettura informazioni sullo stato... Fatto
E: Impossibile trovare il pacchetto git

Bastava fare l’update così:

evilripper @ matrix-box 23:16 » ~ $ sudo apt-get update
Ign http://archive.canonical.com trusty InRelease       
Ign http://archive.ubuntu.com trusty/universe Translation-it_IT                
Recuperati 25,8 MB in 1min 9s (372 kB/s)         
Lettura elenco dei pacchetti... Fatto

E Finalmente git si installa correttamente! 😀

evilripper @ matrix-box 23:20 » ~ $ sudo apt-get install git
Lettura elenco dei pacchetti... Fatto
Generazione albero delle dipendenze       
Lettura informazioni sullo stato... Fatto

Dopo aver installato git ho installato anche octopress (ormai son fissato con quel coso lì) 🙂

lubit-octopress

Che dire lubit 5 mi è piaciuta moltissimo e credo che sia maturata molto rispetto alle altre versioni e mi trovo a consigliare a tutti di provarla e se avete computer lenti o obsoleti direi che è un’ottima scelta essendo lubit 5 una distribuzione linux molto leggera.
Infine volevo spendere due parole sulla frase presente sul sito ufficiale di lubit linux:
“Se sei libero crei il mondo, se non lo sei il mondo crea te.”
Stiamo vivendo un momento storico molto particolare perché sebbene la libertà sia concepita come un pilastro della nostra civiltà, molte persone in realtà non sono libere, senza nemmeno rendersene conto. Fortunatamente ci sono anche molte persone che lottano per la libertà, alcune delle quali perseguite anche dagli stessi governi che si proclamano difensori della libertà. Provare ad usare software libero o a almeno ad interessarsi ad esso è un piccolo passo per essere più consapevoli della propria libertà.

Attenzione software libero non significa gratuito!

Sviluppare software porta via tantissimo tempo il fatto che sia open source non significa gratis! Il codice open vale mille volte di più di quello closed perché è codice libero e che può essere modificato e migliorato da tutti.
Se hai trovato lubit 5 una distribuzione valida contribuisci ad aiutare gli sviluppatori affinchè possano mantenerla e migliorarla in futuro facendo una donazione, trovate il pulsante dona con paypal in fondo alla pagina dove ci sono i link per scaricare lubit:
http://lubitproject.com/download-lubit-5/

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!