Petizione per eliminare silverlight dal sito Rai

Ho letto sulle pagine di okpanico che è stata creata la petizione per eliminare silverlight dai siti rai che ho subito firmato. Questa iniziativa merita più spazio perchè non esiste che una televisione che dovrebbe essere al servizio dei cittadini utilizzi tecnologie closed source e incompatibili con tantissimi dispositivi. Se la rai continuerà ad usare silverlight non sarà mai pienamente fruibile da tutti.

html5_is_the_way

silverlight inoltre è usato anche per proteggere i contenuti (che in teoria dovrebbero essere dei cittadini) con sistemi drm, contenuti a mio avviso di pessima qualità, culturalmente bassi e infarciti di tonnellate di pubblicità. Un primo piccolo passo per migliorare la Rai sarebbe quello di usare un sistema migliore per trasmettere i dati come HTML5, sistema peraltro già usato anche da youtube. Per chi non lo sapesse silverlight è un sistema microsoft scopiazzato da Adobe Flash non molto diffuso e che funziona almeno da qualche anno solo su piattaforma microsoft! In realtà ho sentito parlare di Pipelight, ma non è detto che tutto vada bene e c’è caso che partano numerosi insulti contro gli dei. Moonlight invece è stato abbandonato. Tale sistema non permette neanche di scaricare sul proprio computer i contenuti. Il destino di silverlight e flash prima o poi l’estinzione, in quanto ad usarli sono sempre meno persone e quindi tanto vale che rifacciano tutto. Non voglio sapere neanche come sia accaduto che la RAI abbia abbracciato tale sistema pagando chissà quanti soldi. Ecco il topic della petizione per eliminare silverlight dal sito rai e rai replay:

Al giorno d’oggi abbiamo molti problemi, e tra questi c’é la rai, che non permette di visualizzare i contenuti on-line del sito da tutti i dispositivi, e quei pochi che possono, spesso hanno problemi di caricamento a causa del plugin. Loro ricevono i nostri soldi del canone. Dobbiamo dire basta a questa discriminazione. Nonostante si inviino lettere non si ha risposta. Ma se saremo tutti assieme ce la potremo fare a cambiare. Invieremo una raccomandata al raggiungimento di 10-20.000 firme con tutte le nostre firme via fax o raccomandata, richiedendo questa migrazione.

Non vogliamo pagare per poi non poter vedere. Aiutateci in questa missione.

Grazie

Anche se non credo molto nelle petizioni online sono certo che se questa raccoglierà tante firme potrebbe smuovere qualcosa quindi cosa aspetti a firmare?
Televisione Italiana per tutti: RAI.TV E RAI REPLAY SENZA silverlight

Alcune curiosità su silverlight

Wikipedia italia non è molto aggiornata come al solito nella pagina dedicata silverlight parla di Moonligth che è stato in realtà dismesso.

Silverlight è un ambiente di runtime sviluppato da Microsoft per piattaforme Windows e Mac che consente di visualizzare, all’interno del browser, Rich Internet application, ovvero applicazioni multimediali ad alta interattività. Per le altre piattaforme, come quelle basate sul kernel Linux, è disponibile da parte di Novell un’implementazione opensource chiamata Moonlight, del cui sviluppo si occupa il progetto Mono.

Nella seconda versione (2.0) è stata inclusa anche una versione del Common Language Runtime e del Dynamic Language Runtime che permette a Silverlight di gestire anche applicazioni scritte con gli strumenti di sviluppo della piattaforma Microsoft .Net. Con la nuova versione, Microsoft punta ad insidiare la leadership detenuta dalle tecnologie Flash di Adobe: in passato il colosso di Redmond ha stretto alcuni importanti accordi per la diffusione di tale tecnologia sui cellulari di Nokia e per la trasmissione online dei contenuti delle Olimpiadi di Pechino 2008 sul portale dell’MSNBC, canale televisivo di cui Microsoft è comproprietaria. In ambito italiano sono da citare i due poli televisivi Rai e Mediaset che hanno deciso di avvalersi di questa tecnologia per la diffusione in streaming web dei contenuti audiovisivi dei propri siti.

Nel dicembre 2011 Miguel de Icaza (ai tempi vicepresidente dell’area sviluppo novell e attualmete proprietario e sviluppatore della piattaforma Xamarin) ha annunciato la fine del progetto Moonlight. Ha infatti spiegato che Silverlight richiedeva un lavoro di reverse engineering esagerato e Microsoft con gli ultimi aggiornamenti aveva eliminato qualsiasi tipo di componente cross-platform, rendendo silverlight di fatto un plugin per il web disponibile solo per Windows. In quell’occasione esortò gli sviluppatori a produrre codice e progetti non chiusi a se stessi affinchè possano essere sfruttati da tutte le applicazioni per garantire una grande esperienza utente su ogni piattaforma (Mac, Linux, Android, iOS, Windows e Web) e senza essere dipendenti API di terze parti.

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!