Octropress il blog per gli hackers

Aggiornamento articolo finalmente ho trovato il tempo di scrivere un paio di guide su come utilizzare Octopress:
Come installare octopress su windows
Come pubblicare contenuti con octopress
Octopress si definisce come un blogging framework per hackers e potrebbe essere una piattaforma di blogging alternativa al solito wordpress. Detta in maniera molto volgare Octopress è un generatore di pagine statiche html. Può risultare molto strano che nel 2013 2014 ci sia un ritorno a dei siti statici, tuttavia in realtà questo sistema è molto più evoluto rispetto a tutto il resto che si appoggia ai database. WordPress è diventato con il passare del tempo sempre più pesante e più vulnerabile agli attacchi e secondo me, affermare che il codice di wordpress non è pulito è un eufemismo. Octopress si basa su ruby on rails, Git e genera source page con sintassi markdown. Tutto questo sistema funziona bene e non fa diventare scemo il blogger. Per usarlo occorre avere un hosting che possibilmente supporti Git. Altrimenti occorre prelevare i file e spostarli via ftp altrimenti si può usare direttamente github.com che supporta octopress. Per esempio io ho creato questo blog di prova: evilripper.github.io

octopress-blog-per-gli-hackers

Perchè lo chiamano il sistema di blogging per hackers?

1. Genera codice html statico che non è vulnerabile ad attacchi diretti e quindi risulta essere molto più sicuro rispetto a qualsiasi altro cms e non richiede di essere aggiornato in continuazione. Dovrebbe uscire la versione 3 a breve.

2. Octopress è minimale quindi il vostro server consumerà energia solamente per servire le pagine web che equivale al consumo di banda che varia a seconda del peso della pagina statica. In pratica non vi serviranno più i database e non vi serviranno più linguaggi lato server per generare codice dinamicamente. In pratica è come se il vostro blog venisse “ricompilato” tutte le volte che verranno inseriti o modificati contenuti.

3. Perchè in molte darknet come per esempio freenet non vi è disponibilità di usare linguaggi di scripting lato server, nè di utilizzare database e quindi l’unico modo per pubblicare contenuti è quello di usare pagine html statiche. Esistevano già dei software molto più semplici di octopress che generavano blog staticamente.

4. La gestione del blog viene fatta attraverso linea di comando e i contenuti possono essere inseriti attraverso file di testo, attraverso un software di controllo di versione distribuito proprio come se stessimo sviluppando del codice. Infine Octropress contiene già un sistema per visualizzare righe di codice sorgente.

A chi conviene sviluppare il proprio blog con Octopress?

Octropress a differenza di wordpress che ormai è diventato un cms, serve solamente per gestire un blog. Ovviamente non è utilizzabile da tutti, in quanto la procedura di utilizzo non è molto intuitiva, anche se devo dire che una volta configurato è molto semplice scrivere gli articoli. Secondo me Octopress è lo strumento ideale per sviluppatori che desiderano condividere linee di codice attraverso un blog personale. Octopress è comunque un ottima sistema per creare un semplice blog anche se non siete sviluppatori, se usate linux non dovreste aver alcun problema ad usarlo. Per progetti molto grandi non so se sia una buona idea usarlo in quanto il deploy di migliaia di articoli sembra essere lento. L’unica cosa strana è che non sembra essere un progetto molto attivo anche se quelli che usano Octopress non sono pochi. Anche il blog ufficiale di Octopress non viene aggiornato da un bel pò spero che non sparisca nel nulla perchè sarebbe un peccato. A breve sarà rilasciata la versione 3.

In futuro scriverò una guida su come creare un blog con Octopress, io credo che utilizzerò Octopress per creare un altro blog sempre che riesca trovare il tempo: www.androideparanoide.com

Questo è un esempio di blog creato con Octopress usando lo spazio libero su github (con un account free su github lo spazio massimo utilizzabile è di 0,30 gigabyte).

Fonti:
http://codebrief.com/2012/01/25-reasons-to-switch-from-wordpress-to-octopress/
http://octopress.org/

L'articolo ti è stato utile?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

One thought on “Octropress il blog per gli hackers

  1. Pingback: Visto nel Web – 129 | Ok, panico

Comments are closed.